Eleganza ABC: il look perfetto per un business meeting

Quanto conta la prima impressione ad un appuntamento di lavoro?
Moltissimo.
Il nostro interlocutore in pochi minuti inizia prima di tutto a visualizzare la persona che ha di fronte ed inconsciamente a farsene un’idea.
L’abito non fa il monaco è vero però se indisponiamo il nostro interlocutore fin dall’inizio sarà più difficile recuperare credibilità ai suoi occhi.
Che cosa indossare allora per non scatenare sensazioni sbagliate su di noi?
I latini dicevano che la giusta via è sempre nel mezzo quindi se rimaniamo sobri ed elegante non sbagliamo mai.
L’eccesso sia nella stravaganza che nell’ostentata formalità, non offre una buona impressione di noi perché in un caso potrebbe non riscontrare il gusto del nostro interlocutore e nell’altro potrebbe essere percepito come distacco.

UOMO

Il contesto ancora una volta non deve essere dimenticato ma se pensiamo ad un abbigliamento maschile siamo più “fortunati” perché uno spezzato elegante con cravatta salva sempre le apparenze e denota eleganza e sportività.

L’abbinamento che ci piace suggerire prevede una giacca blu in lana Four Seasons da 270 grammi con una trama leggermente operata per rendere la tonalità del blu più mosso e optare per una fodera a righe nel caso volessimo un po’ di personalità; il pantalone naturalmente grigio medio con taglio classico ma fitting piuttosto asciutto.

La camicia bianca a bacchette azzurre deve avere il collo alla francese oppure più informale botton-down e può essere accompagnata da una cravatta con fantasia leggera e tonalità sul blu azzurro che richiama i colori della giacca e della camicia. La scarpa perfetta è un derby semplice e rigoroso o in alternativa un mocassino college in pelle liscia. Se vogliamo dare un tocco più personale e vagamente più esclusivo possiamo considerare anche la variante con nappine. Il fondo è ovviamente in cuoio ed al nero di un rigoroso evento formale, possiamo considerare invece una variante vinaccia che va bene sia per il giorno che per la sera.

> Guarda tutte le scarpe Uomo Seboy’s per l’ufficio

  

 

DONNA

Se giacca e cravatta sono la perfetta “divisa” da lavoro per l’uomo, il teilleur lo è per la donna.
L’uomo elegante ha di norma pochi colori da scegliere ed abbinare mentre la donna può
permettersi molta più libertà ma se non si vuole sbagliare il teilleur con pantalone a sigaretta blu
scuro o nero è un must senza tempo. Sotto la giacca una blusa o una canottiera di seta non troppo
scollata chiara o bianca offre un ricercato contrasto.

Se l’appuntamento di lavoro è prima delle 18 possiamo valutare anche un teillur grigio ghiaccio. Le scarpe perfette in entrambi i casi, sono delle francesine a punta in pelle lucida nera con suola in cuoio a contrasto. Un mocassino bicolor nero e crema può essere una variante ricercata soprattutto se il color crema della scarpa fa pendant con il colore della blusa.

> Guarda tutte le scarpe Donna Seboy’s per l’ufficio

  

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *